Sicignano-Lagonegro, scomparsi alcuni ponti. Senza mezzi termini il Comitato: “Questo è uno schifo assoluto”

Amaro risveglio, in zona Padula, per i cittadini e per tutti coloro che credono ancora in una mobilità ecologica, sostenibile e, soprattutto, pubblica. Nella settimana che si avvia a terminare, infatti, sono stati abbattuti due ponti in ferro della linea, entrambi nel Comune di Padula, rendendo così ‘mozza’ la ferrovia che ha perso contestualmente al taglio anche i binari in dote ai ponti stessi.

Pasqua, il Vallo di Diano e il problema dei mezzi pubblici.

Anche quest’anno il week end di Pasqua si preannuncia ricco di uscite, con tanti italiani pronti alla classica gita “fuori porta” o al fine settimana lontano da casa. Come sempre, le mete prescelte – visto l’esiguo periodo vacanziero – saranno italiane, dato che il Bel Paese di alternative ne offre tantissime. Il Vallo di Diano non è da meno, con le sue potenzialità date dai borghi montuosi, dagli agriturismi, dai siti culturali con in testa la Certosa di Padula. Ma nelle offerte del trasporto pubblico ancora una volta la provincia salernitana è dimenticata dal Presidente Vincenzo De Luca, nonostante le sue dichiarazioni pro ferrovia ormai datate immancabilmente prima della sua elezione a governatore della Campania. Tuttavia De Luca, in un post sul suo profilo facebook, ha annunciato che EAV manterrà in funzione le linee su ferro e gomma sia per la Santa Pasqua che per il Lunedì dell’Angelo, riaprendo inoltre la funivia del Faito a Pasquetta.

Presentazione del libro di Salvatore Passavanti sulla Sicignano-Lagonegro, ci sarà anche il Comitato

Importante appuntamento per il Comitato pro ferrovia. Dopo il terribile inizio anno, che ha visto la scomparsa dell'amico e compagno di tante battaglie per la Sicignano - Lagonegro Salvatore Passavanti, si svolgerà martedì 30 gennaio al centro sociale "Don Bosco" di Polla la presentazione del suo libro che riguarda proprio la tratta valdianese. Sicignano - Lagonegro. Storia di una ferrovia è il titolo di un libro che ripercorre le vicende e la sfortunata sorte della linea per cui il Comitato, insieme a Salvatore, si è battuto per anni. Sarà presente il Presidente, Rocco Panetta, in prima linea per ribadire ancora una volta la necessità del ripristino almeno dei primi chilometri fino a Polla. Tra i relatori, oltre a Panetta, il Sindaco Rocco Giuliano, l'imprenditore Carmine Sabbatella, la dirigente dell'I.C. "De Amicis" di Polla Angela Sepe per i saluti. Interverranno successivamente Tommaso Pellegrino e Raffaele Accetta, rispettivamente alla presidenza del Parco Nazionale Cilento e Vallo di Diano e della Comunità Montana Vallo di Diano, spesso interpellati dal nostro Comitato in merito alla ferrovia, e Giuseppe Curcio, consigliere delegato ai trasporti. Le conclusioni saranno tratte da Luca Passavanti, figlio di Salvatore, che ha vissuto la passione del padre, che lavorò lungo la Sicignano - Lagonegro. Il dibattito, auspicando che sia costruttivo e lanci prospettive concrete con toni collaborativi, sarà un omaggio a Salvatore, che fu presente anche nell'aprile 2013 alla riunione presso la sede romana di FS Italiane insieme all'onorevole Gianni Pittella, all'AD di FSI Mauro Moretti, all'Ingegner Muscolino e al direttivo del Comitato. Vista la tematica attuale e i numerosi relatori, si spera che la partecipazione sarà numerosa.

In ricordo di Salvatore Passavanti

Non è stato un inizio di anno all'insegna della gioia per il Comitato per la riattivazione della Ferrovia Sicignano - Lagonegro. Il primo intervento sul nostro spazio web ufficiale, infatti, è purtroppo dedicato ad una notizia che non avremmo mai voluto pubblicare. Ci ha lasciati Salvatore Passavanti, capo tronco lungo la linea ferroviaria valdianese e da anni forte sostenitore della riapertura della stessa, molto vicino alle attività del Comitato presieduto da Rocco Panetta. Una scomparsa, la sua, che lascia una ferita aperta, per le tante vicende umane e professionali condivise con Salvatore. Una su tutte: il colloquio del 12 aprile 2013, presso la sede delle Ferrovie dello Stato Italiane a Roma, insieme all'onorevole Gianni Pittella, al Sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino, al compianto ingegnere Piero Muscolino e all'allora amministratore delegato Mauro Moretti. Passavanti (il primo da destra nella foto) ha sempre ribadito, con veemenza, la necessità di riportare il treno nel Vallo di Diano e ci ha lasciato in eredità un lavoro approfondito, composto da studi e pagine, curato interamente da lui e dedicato alla Sicignano - Lagonegro, la "sua ferrovia". Il Comitato si unisce al dolore della famiglia ed esprime le proprie condoglianze, onorato di aver condiviso, sin dalla sua fondazione nel lontano 2012, un percorso insieme ad una brava persona, competente e onesta, come Salvatore Passavanti.